madagascar

Madagascar: Quando andare e cosa visitare

Consigli utili per quando andare in Madagascar e cosa vedere



Stai organizzando il tuo viaggio in Madagascar e non sai da dove iniziare? Una delle prime cose da considerare è quando andare e cosa vedere in Madagascar.  In questo articolo, ti consiglieremo quali sono i periodi migliori per andare e cosa visitare, in modo che tu possa organizzare la tua vacanza in Madagascar in tutta sicurezza e senza sorprese.

Il Madagascar con capitale Antananarivo, è uno stato insulare che fa parte del continente Africano e si trova nell’oceano Indiano vicino alla costa orientale dell’Africa. Questo bellissimo paese è costituito da isole minori e un’isola maggiore, una delle 4 più grandi al mondo!

Se sei un viaggiatore che ama le avventure e allo stesso tempo il relax, il Madagascar fa al caso tuo! Qui infatti, troverai paesaggi e specie animali diverse, tre le quali il Lemure, simbolo del Madagascar, ma anche tartarughe, squali, manguste e tanti altri. La vastità di questo paese offre una moltitudine di paesaggi diversi: da foreste pluviali a canyon di arenaria, da montagne e colline fertili, a lunghe spiagge idilliache dall’acqua turchese.

Un viaggio in Madagascar sarà sicuramente un’esperienza da sogno per gli amanti della natura, ma ora scopriamo insieme in dettaglio le stagioni che caratterizzano questo paese e cosa vedere!

 


Indice:  

Quando andare in Madagascar

Madagascar: Informazioni utili

 

 

Quando andare in Madagascar

Rispondere a questa domanda può essere un po’ complicato quando si va in Madagascar, in quanto il clima può variare a seconda delle regioni. Il clima in Madagascar è fortemente influenzato dalla topografia del paese e dalle altitudini. Trovandosi all’interno dei tropici e nell’oceano Indiano, questo paese ha un clima tropicale con piogge abbondanti e forti cicloni durante i mesi estivi che vanno da Novembre a Febbraio. Quindi il periodo migliore per visitare il Madagascar è nei mesi da Aprile a Ottobre, quando il clima diventa più temperato, con giornate calde e notti miti.

 

madagascar viaggio parco

 

Madagascar : Clima e cosa visitare

Durante i mesi tra Aprile e Novembre il clima si presenta prevalentemente secco e temperato con massime di 28°C a minime di 15°C.

 

Aprile e Maggio

Aprile e Maggio in Madagascar, portano il sole dopo le stagioni delle piogge da Gennaio a Marzo, anche se non si esculde qualche temporale ogni tanto, questi sono i mesi che danno il via alla stagione turistica.  

Aprile e Maggio  sono ottimi mesi per chi vuole godere di splendidi paesaggi verdi e di un'eccellente fauna selvatica, senza andare incontro a grandi folle di turisti. Parchi come Andasibe e Berenty riaprono più rigiogliosi che mai. I lemuri Sifaka dal manto setoso e la lunga coda, escono all’aperto dopo le lunghe piogge, saltellando lateralmente sulla sabbia, una “danza” particolare di questa specie che li rende buffi e adorabili allo stesso tempo!

Ti consigliamo inoltre di visitare Nosy Be, un’isola a nord-ovest della costa del Madagascar, destinazione balneare d’eccellenza per le sue intricate barriere coralline, perfette per gli amanti dello snorkelling e immersioni! Sull’isola invece sarà possibile visitare la riserva di Lokobe, habitat naturale di svariate specie di rettili fra i quali i camaleonti e il parco botanico-zoologico di Lemuria Land, chiamato così appunto per l’abbondanza di lemuri che lo abitano.

 

Giugno

Non essendo ancora alta stagione, anche Giugno può essere un mese economico per andare in Madagascar. Le precipitazioni diminuiscono e le temperature si fanno più fresche e miti e le foreste pluviali esplodono di colori. Questo è il mese perfetto per visitare il Parco Nazionale di Isalo, che ospita varie specie di primati, tra i quali il lemure dalla coda ad anelli, un’ottantina di specie di uccelli diversi, rettili e anfibi. Questa varietà di fauna straordinaria è immersa nell’immenso Massiccio dell’Isalo, fra canyon e gole spettacolari.

 

Luglio e Agosto

Luglio e Agosto in Madagascar sono i mesi di alta stagione, quindi ti consigliamo di prenotare in anticipo per risparmiare su viaggio e hotel e non perderti i migliori safari!

In questi due mesi il clima si presenta più fresco e temperato, dandoti la possibilità di addentrarti nelle ricche foreste pluviali e scoprirne l’abbondante fauna salvatica che le abita. Ma l’esplorazione non finisce sulla terra ferma; dalla fine del mese di Giugno, si inizia a vedere l’arrivo delle megattere, che dall’Antartico, migrano nelle acque più calde del Madagascar, per partorire e accudire i loro piccoli. Se non vuoi perderti questo straordinario evento, Luglio e Agosto sono mesi che non ti deluderanno in quanto sarà molto facile avvistare queste eleganti creature in posti come Ile Sainte Marie, Fort Dauphin, Nosy Be e Tulear.

l'Île Sainte-Marie è inoltre il posto perfetto per chi è alla ricerca di spiagge da sogno in Madagascar. Quest’isola, che si estende per quasi 60 km, è infatti un vero e proprio paradiso di spiagge dalla sabbia candida, alberi di palme e acque limpide, ideali per fare snorkelling. A Sud, si trova una piccola isola incontaminata, conosciuta comunemente come Nosy Nato; qui non ci sono macchine o strade, solo pura natura e relax.

 

Settembre e Ottobre

Settembre e Ottobre in Madagascar segnano la fine dell’inverno australe, portando lunghe giornate luminose ma non troppo calde, il clima perfetto per godersi le spiagge: le acque sono infatti più calme e limpide.

Ti consigliamo di visitare Baie de Sainte Luce, Ambondrona in Nosy Be (Nossi- Be) e Plage de Ramena.

Settembre è l'apice della stagione di riproduzione degli uccelli in Madagascar, un periodo eccellente per gli amanti di Bird Watching. Più di 250 specie diverse di uccelli abitano il Madagascar e delle quali poco meno della metà, sono radicate solo qui! La diversità e i colori vibranti di questi uccelli, sapranno sicuramente affascinare chiunque.

Ti ricordiamo inoltre che Settembre in Madagascar è l’ultimo mese per avvistare le megattere, che lasciano le coste malagasce e iniziano la loro lunga migrazione verso l’Antartico!

Ottobre in Madagascar è molto simile a Settembre, il flusso turistico diminuisce notevolmente e le temperature aumentano, aspettati quindi abbondanti rovesci! Ma questo non dev’essere un fattore scoraggiante, questo è un mese particolare che ti darà l’opportunità di vivere un’esperienza unica e meravigliosa: I piccoli di lemure.

Le madri lemuri dalla coda ad anelli, partoriscono a Settembre e portano i lori piccoli in braccio per le prime settimane finchè non sono abbastanza forti per aggrapparsi alla schiena della madre. Ogni tanto qualche piccolo coraggioso si allontana dagli adulti per andare alla scoperta, per poi tornare al sicuro tra le braccia delle loro madri.

 

madagascar camaleonte madagascar baobab

 

Ottobre è inoltre un ottimo mese per recarsi nella costa occidentale, dove le temperature sono miti e le piogge molto scarse. Godersi un tramonto mozzafiato nel Viale dei Baobab è sicuramente un’esperienza da non perdere in Madagascar. Questi immensi alberi prendono il nome di “Albero della vita” e sono in grado di conservare all’interno del loro tronco una grande quantità di acqua, raggiungendo altezze massime di 30 metri! Questa abilità, permette a questi alberi di ambientarsi anche in condizioni di elevata siccittà, rendendoli una specie resistente.

 

Novembre

Concludiamo la nostra panoramica su quando andare in Madagascar con il mese di Novembre. Questo mese rimane un ottimo mese per godersi panorami di flora rigogliosa e fauna selvatica. Ti consigliamo di visitare il Parco Nazionale di Andasibe, ricco di vegetazione esclusiva e dove potrai sentire il richiamo mattutino degli Indri, una specie endemica del Madagascar, nonchè la più grande in taglia.

Per chi vuole invece godersi le spiagge del Madagascar, questo è un buon periodo in tutte le coste del paese dove la vita marina stupisce con i suoi brillanti colori e pesci tropicali.

 

Madagascar: Informazioni utili

Per organizzare il tuo viaggio in Madagascar è bene prepararsi al meglio ed è per questo che qui di seguito ci teniamo a darti qualche informazione in più.

 

Madagascar: Come raggiungerlo

Il modo più semplice e rapido per arrivare in Madagascar è sicuramente via aereo, ma questo non vuol dire che non sia complicato. Raggiungere il Madagascar infatti, può  non essere facile, poiche’ ci sono pochi voli diretti che partono dall’Italia.  I pochi collegamenti offerti che partono dall’Italia sono da Milano e Roma e le tariffe vanno intorno agli 800 € fino ai 1000€.

Se invece non ti spiace fare qualche scalo in più, Air France offre voli diretti da Parigi a Nosy Be. Sempre da Parigi, è inoltre possibile arrivare direttamente in Madagascar con i voli offerti dalla compagnia di bandiera del paese, Air Madagascar, che può rivelarsi più conveniente per chi vuole spostarsi internamente nel paese.

 

Madagascar: Visto

Per andare in Madagascar avrai bisogno di un visto d’ingresso che potrai ottenere contattando l’ambasciata Italiana del Madagascar prima di partire o più semplicemente ti basterà presentare il tuo passaporto all’arrivo in aeroporto, insieme ai tuoi biglietti di viaggio. Ricordati di controllare che il tuo passaporto abbia una validità di almeno 6  mesi e che abbia almeno una pagina vuota per il timbro di ammissione.

 

Madagascar: Lingue e moneta

Le lingue parlate in Madagascar sono il Malgascio e il Francese, e anche un po’ di Inglese. Se sei un po’ più pratico in Francese ti consigliamo di utilizzarlo come lingua di comunicazione in quanto l’Inglese parlato in Madagascar è abbastanza scarso fuori dalle grandi città e zone turistiche.

La moneta usata in Madagascar è l’ariary malgascio con un valore uguale di 4172,40 per 1 €.

 

Madagascar: Come muoversi all’interno

Spostarsi all’interno del Madagascar può rivelarsi un po’ complicato, per questo la maggior parte dei turisti decidono di affidarsi ai tour organizzati. Anche se questi tour sono costosi, danno la possibilità di alloggiare in hotel con pensione completa e di visitare il Madagascar sempre accompagnati da una guida locale e un autobus che ti porterà nelle diverse destinazioni.

Se invece vuoi visitare Il Madagascar per conto tuo e risparmiando, allora ti consigliamo di prenderti un po’ più di tempo in quanto i collegamenti interni sono limitati e le strade non sono esattamente sicure. Un metodo comune di viaggio adatto a chi vuole risparmiare è il Taxi-Brousse: questo tipo di mezzo di trasporto collega le maggiori città e può essere un’esperienza un po’ scomoda in quanto sono sempre affollati e non hanno degli orari fissi.

In Madagascar è inoltre possibile noleggiare un’auto utilizzando la patente Italiana purchè si abbia più di 23 anni e se ne sia in possesso da almeno un anno. La maggior parte della compagnie di auto noleggio però, offrono il servizio con l’autista obbligatorio, questo per via della scarsa sicurezza delle strade. In ogni caso questo sarà un modo per visitare il Madagascar con più libertà.

 

Per saperne di più Madagascar
Torna alla panoramica