Dove ti trovi 📍 Home > Consigli di Viaggio > Vacanza Rovinata

Vacanza Rovinata? Ecco come orientarsi

Quando si incontrano problemi in viaggio ci sono vari modi per far valere i propri diritti


 

Alla fine di ogni estate c'è un numero che aumenta vertiginosamente. Si tratta del numero di richieste di risarcimento danni causati da inadempienze contrattuali di compagnie di mobilità, tour operator e agenzie di viaggio. Tali situazioni vengono definite “danni per vacanza rovinata”.

Se hai avuto anche tu una brutta esperienza con un pacchetto viaggio all-inclusive, o con un volo aereo cancellato, allora sai benissimo di cosa stiamo parlando.

Ma diciamoci la verità, nel momento in cui prenotiamo il nostro viaggio non stiamo lì a pensare a cosa può andare storto. Eppure, i disservizi sono più frequenti di quanto non si pensi.

La maggior parte dei viaggiatori è a conoscenza della procedura di rimborso per un volo cancellato o per la perdita del bagaglio, ma non molti probabilmente sanno che è possibile recuperare anche i danni non economici subiti anche per un viaggio con formula all-inclusive.

Quindi, in questa sezione di The Traveling Souk cerchiamo di fare chiarezza sull'argomento, anche con l'aiuto di esperti del settore.

 

Cosa dice la legge in merito alle vacanze rovinate?

Posto che le possibilità per rovinare un viaggio sono infinite, e che la normativa può cambiare da Paese a Paese, possiamo in ogni caso definire alcune tipologie di danni legati ai disservizi in ambito turistico e mobilità. Le form possono essere:

 

Risorse utili da consultare

Ci sono diverse iniziative dell'Unione Europea che vale la pena conoscere, per districarsi nell'ambito delle vacanze rovinate, reclami e controversie. Ovviamente, le disposizioni europee si riflettono anche sull'ordinamento giuridico italiano, ma a volte ci vuole un po' di tempo perché uno stato membro riesca a recepire e attivare quanto prescritto dall'UE. In ogni caso, è importante richiedere l'aiuto di avvocati specializzati nel settore.

Ecco alcune risorse utili da consultare in caso di danni:

 

Come gestire un reclamo: ecco cosa fare

Si consiglia ai viaggiatori di segnalare qualsiasi disservizio in tempo reale, mentre si è ancora in viaggio. Ecco una checklist delle varie operazioni da compiere, che ti tornerà utile in un momento di crisi da vacanza rovinata.

  1. Fai una comunicazione per iscritto indirizzata agli organizzatori o fornitori del servizio, e indica esattamente i problemi riscontrati (smarrimento bagagli, cattiva qualità del cibo o dell'alloggio, ritardi, perdita di giorni di vacanza, e così via)
     
  2. Identifica tutti i testimoni che possono confermare i fatti, e chiedi loro di raccontare cosa hanno visto e sentito
     
  3. Scattare foto e raccogli ogni altro genere di prova atta a sostenere il tuo reclamo
     
  4. Infine entro 10 giorni dal rientro invia al fornitore o organizzatore una lettera di reclamo tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno

 

Tribunale di riferimento

Dove dovrebbe un cliente presentare la sua richiesta? Se il pacchetto è stato acquistato presso un'agenzia di viaggi europea o tramite rivenditori europei, il turista può proporre reclamo al tribunale della città in cui risiede o, se preferisce, al tribunale della citt stato in cui. Specialmente in casi particolarmente intricati, vale la pena affidarsi iuto di uno studio legale esperto in diritto del consumatore e/o in diritto turistico e dei trasporti, e lasciare il "lavoro sporco" a chi sa gestirlo.

 

 

Per saperne di più Vacanza Rovinata
Torna alla panoramica